Apple iPhone X è dotato di molte funzioni evidenziate come l’esposizione OLED, la videocamera TrueDepth ed altro ancora.

Prime falle nel sistema di riconoscimento facciale di Cupertino

L’iPhone X è dotato di una nuova tecnologia di riconoscimento del viso denominata Face ID anziché Touch ID. Poco dopo il lancio di iPhone X con Face ID, diversi rumors hanno suggerito come Apple fosse al lavoro per  implementare la stessa tecnologia negli iPhone del prossimo anno. Tuttavia, una ditta di sicurezza chiamata Bkav ha dimostrato che il Face ID può essere facilmente aggirato e che non è il metodo più sicuro per proteggere il dispositivo. Bkav ha sconfitto il Face ID con l’aiuto di una maschera, secondo quanto riportato da una relazione di PhoneArena.

Apple afferma che il Face ID è piuttosto sicuro, in quanto, secondo la loro analisi solo uno su un milione può accedere al telefono ingannando questo passaggio. Contrariamente a ciò, la ditta di sicurezza afferma di essere in grado di aggirare la protezione dell’intelligenza artificiale e del Face ID di Apple, riuscendo a comprendere il funzionamento dell’Intelligenza Artificiale. Bkav ha affermato di aver creato una falsa maschera composta da materiali diversi destinati alle diverse parti del viso. Il marchio è realizzato unendo la stampa 3D con trucco ed immagini 2D.

Leggi anche:  iPhone X in vendita su eBay ad oltre 3'000 dollari

A parte queste, alcune lavorazioni speciali sono state fatte sulle guance e sul viso 3D dove sono presenti alcune aree di pelle più spesse che possono ingannare l’AI del Face ID. Le aree con materiali speciali includono il naso in silicone ed il telaio stampato in 3D. Il costo effettivo per realizzare la maschera per ingannare l’AI del Face ID è di 150 dollari. L’azienda per la sicurezza non si è fermata solo a dichiarare la sconfitta del sistema di riconoscimento del viso dell’iPhone X, dichiarato sicuro. Hanno anche rilasciato un video che mostra come la maschera che hanno creato riesce a sconfiggere la tecnologia del Face ID. L’esperimento dell’azienda dimostra che la nuova tecnologia Apple non è poi, ancora, così impenetrabile.