Samsung Galaxy S22: forse non conviene comprare lo smartphoneÈ facile nascondere i file multimediali su smartphone e tablet di qualsiasi brand. Basterà attenersi ad alcuni semplici passaggi per nascondere velocemente foto e video.

Come nascondere le foto se hai un telefono Android

Google Foto è l’app predefinita disponibile su tutti i dispositivi Android. L’app ha un pratico componente aggiuntivo: la ‘Cartella bloccata’. Apri Google Foto sul tuo telefono > Seleziona la scheda Libreria in basso > Scegli menu Utilità > Trova il suggerimento Imposta cartella bloccata nel menu > Clicca Inizia. Potrai utilizzare il metodo di autenticazione che preferisci (PIN, password o impronta digitale) per accedere alla cartella. Ora che hai impostato la cartella, è il momento di aggiungere file multimediali.

Esistono due modi per aggiungere file alla cartella bloccata. Puoi aggiungerli dalla libreria multimediale o tramite le impostazioni di ogni singolo scatto. Per il primo metodo: Tocca a lungo su un’immagine e seleziona i file multimediali che desideri nascondere > Tocca il menu in alto > Sposta nella cartella bloccata e conferma la tua decisione dal menu a comparsa. Invece, se stai nascondendo solo una foto o un video, puoi semplicemente fare clic sul file multimediale, scorrere verso l’alto per selezionare “più dettagli” e cliccare l’opzione ‘Sposta nella cartella bloccata’.

Come nascondere foto e video per utenti Pixel

Gli utenti con un Pixel 3 e versioni successive possono salvare le immagini acquisite direttamente nella cartella bloccata dall’app Fotocamera predefinita. Apri l’app Fotocamera predefinita del tuo dispositivo. Tocca l’icona della galleria in alto > Seleziona Cartella bloccata dal menu ‘Salva in’. Qualsiasi file direttamente nella cartella bloccata. Ricordiamo che puoi accedere ai tuoi file multimediali nascosti nel menu Utilità.

La cartella bloccata è un componente aggiuntivo che funziona offline. Google non sincronizzerà i file nascosti con la tua libreria e non potrai accedervi dal Web o da un altro telefono. Poiché i file nascosti vengono archiviati solo sul dispositivo, non hai alcuna funzionalità di modifica o condivisione presente nell’app Google Foto. Inoltre, se disinstalli l’app o reimposti il dispositivo, perdi tutti i dati nella cartella bloccata.

Come nascondere file multimediali sul tuo Samsung Galaxy

Alimentato da Samsung Knox, Secure Folder in One UI (la skin Android di Samsung) ha il compito di proteggere le tue foto e i tuoi video privati. Scorri verso il basso dall’alto e apri il centro notifiche. Espandi il menu > Insieme delle app > Abilita Cartella protetta, inserisci una password a tua scelta.

Come nascondere foto e video nella cartella protetta dei dispositivi Samsung? Trova l’app Galleria nella schermata iniziale del telefono o nel cassetto delle app. Seleziona più immagini e tocca Altro in basso. Sposta tutto in cartella protetta e le tue foto svaniranno dalla Galleria. Quando desideri accedere a uno qualsiasi dei tuoi file multimediali nascosti, puoi aprire la cartella protetta dal menu delle app, autenticarti con un PIN (quello inserito durante la configurazione) e selezionare l’app Galleria.

Nascondere le foto se hai un iPhone

L’app Foto predefinita su iPhone e iPad consente agli utenti di proteggere i file multimediali sensibili in un album nascosto. Apri l’app Foto > Pulsante Seleziona in alto per selezionare le foto e i video che desideri nascondere > Premi l’icona di condivisione nell’angolo in basso a sinistra e seleziona Nascondi. Questo è davvero tutto ciò che c’è da fare. È anche altrettanto facile trovare i media nascosti. Per controllare l’album nascosto, devi prima abilitarlo dalle impostazioni di Foto. Apri Impostazioni utilizzando l’icona a forma di ingranaggio sul tuo iPhone > Foto > Abilita album nascosto.

Sebbene il Google Play Store e l’App Store siano pieni di app di terze parti per nascondere le foto, suggeriamo di attenersi al metodo predefinito. È rischioso fidarsi di qualsiasi app con i tuoi media privati.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.