virus usb

In che modo i dispositivi USB vengono infettati dai virus? È possibile imbattersi in malware come Stuxnet, un metodo che prevede il caricamento di codice dannoso sull’unità USB nel tentativo di filtrare il codice nella rete di destinazione.

Un’infezione potrebbe verificarsi quando qualcuno collega una USB non protetta a un sistema scarsamente protetto, come in un internet cafè, in un aeroporto o in qualsiasi luogo con scarsa sicurezza degli endpoint pubblici (una situazione che purtroppo riguarda circa il 70% dei luoghi). Potresti rilevare il virus dopo aver collegato il dispositivo al tuo pc, ma non si può sapere quale danno potrebbe essere già stato fatto.

Come proteggere il tuo dispositivo USB

Se stai utilizzando un’unità USB per trasferire file su diversi dispositivi host, questo può renderti vulnerabile al malware e non si può essere mai essere troppo attenti quando si tratta di sicurezza USB, in particolare se gestisci dati sensibili o lavori per società che non possono divulgare informazioni riservate.

Contrarre un virus su chiavetta può richiedere alcuni secondi dal momento in cui colleghi il dispositivo alla rete host. Sia che tu contragga un ransomware, che blocca l’intero sistema, o un malware silenzioso che infetta il tuo computer in modo silenzioso, potrebbe causare enormi danni quando te ne accorgi.

Sfortunatamente, il malware dell’unità flash USB non funziona come i virus che si trovano sulla posta elettronica (dove di solito viene richiesto di fare clic su qualcosa), tutto ciò che serve è collegare una USB infetta a un PC.

Detto questo, ci sono diversi metodi che puoi utilizzare per assicurarti che i tuoi dati non siano esposti e stiano per cadere nelle mani sbagliate.

Antivirus USB

Se hai la protezione da scrittura abilitata, c’è ancora la possibilità di contrarre un virus quando vai a trasferire i file, quindi ha senso usare un antivirus USB decente come ClamWin.

Crittografia

Se stai cercando di proteggere la tua privacy, puoi installare un programma di crittografia come VeraCrypt o BitLocker su Windows per la protezione con password sul tuo dispositivo USB.

Ciò significa che anche se qualcuno ha accesso al tuo dispositivo, sarà molto più difficile per loro recuperare informazioni riservate o nascondere file dannosi all’interno dei tuoi file e cartelle esistenti.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it