netflix

Le notizie in casa Netflix non sono delle più rassicuranti negli ultimi giorni. Come oramai noi, la piattaforma streaming è chiamata ad affrontare la prima crisi della sua storia con i dati che parlano di circa 200mila abbonati in meno dal mese di gennaio.

 

Netflix, aumento dei prezzi e stop a tutti gli account condivisi

Ad influire sul calo degli utenti per Netflix è senza dubbio il fattore dei costi. Negli ultimi mesi, il servizio di streaming ha modificato i prezzi per i suoi abbonati. I prezzi mensili della piattaforma per film e serie tv presentano ora tariffe più alte.

Gli abbonati che decidono di attivare il pacchetto Premium dovranno ora corrispondere un prezzo pari a 17,99 euro al mese. I prezzi sono divenuti più sostenuti anche per chi opta per il ticket Standard, il cui nuovo costo sarà di 11,99 euro. Le rimodulazioni sui costi non impattano solo sui nuovi clienti, ma anche sui vecchi.

Una seconda novità che potrebbe portare ad una disaffezione dei clienti verso Netflix è la politica verso la pratica degli account condivisi. Gli sviluppatori della tv streaming, infatti, stanno valutando una stretta contro tale dinamica.

Le norme attuali di Netflix già da ora sottolineano come la condivisione dell’account con amici, parenti e sconosciuti non sia regolare. Gli utenti si possono impegnare a condividere il profilo e la visione dei contenuti solo con membri del proprio nucleo abitativo. In futuro, Netflix potrebbe aumentare le sanzioni contro i trasgressori e potrebbe anche prevedere per costoro il ban dal servizio a tempo indeterminato.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.