WhatsApp: la truffa continua, gli utenti ricevono un "buono Esselunga da 500 euro"

Ogni giorno potrebbero pararsi davanti agli utenti situazioni al limite che non erano mai state viste prima. WhatsApp è una delle applicazioni più utili e soprattutto utilizzate al mondo negli ultimi anni, ma spesso si trasforma in un veicolo perfetto per cui i tranelli e gli inganni che vanno a trarre beneficio dagli utenti.

Ovviamente la colpa non è assolutamente del noto colosso della messaggistica, il quale in ogni modo ha salvaguardato i suoi utenti negli ultimi anni. Negli scorsi giorni si è diffusa la voce di un buono da 500 € gratuito elargito da Esselunga, la nota catena di supermercati italiani. Chiaramente si capisce che non c’è nulla di vero in tutta questa situazione che è stata smentita prontamente anche da un comunicato da parte di Esselunga stessa.

 

WhatsApp: Esselunga smentisce l’esistenza di un buono da 500 € totalmente gratis

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

“Noti anche come phishing, sono sempre più diffusi e mirano a rubare informazioni o addirittura denaro. Spesso il messaggio contiene l’invito a cliccare su un link che rimanda a un sito creato al solo scopo di carpire informazioni personali. A volte possono essere richieste false autorizzazioni al trattamento dei dati personali inseriti o l’invito a richiedere un fantomatico premio: tali richieste in realtà attivano l’adesione a servizi a pagamento non richiesti”.