twitter-finalmente-migliorare-qualita-video-piattaformaL’algoritmo di Twitter, secondo l’azienda stessa, mette in evidenza le notizie dei partiti politici di destra più di altri. L’azienda non è esattamente sicura del perché avvenga.

Da aprile, la società ha esaminato se e come il suo algoritmo consiglia contenuti agli utenti. In sei Paesi su sette – tutti tranne la Germania – i tweet pubblicati da account di destra ricevono più visibilità dall’algoritmo rispetto alla sinistra. La prima parte dello studio ha esaminato milioni di tweet pubblicati da funzionari eletti come i parlamentari in sette Paesi – Canada, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti – tra il 1° aprile e il 15 agosto 2020.

La società ha anche analizzato centinaia di milioni di tweet contenenti collegamenti a notizie condivise da persone su Twitter tra aprile e agosto dello scorso anno. Le agenzie di stampa di destra vedono una maggiore esposizione algoritmica su Twitter rispetto alle agenzie di stampa di sinistra – hanno scoperto i ricercatori. I risultati mostrano solo la distorsione dell’algoritmo e non ciò che la causa.

Twitter: algoritmo della piattaforma messo in discussione per atteggiamenti simpatizzanti con una fazione di politici

Dal 2016, le persone su Twitter possono scegliere tra visualizzare prima i post ordinati algoritmicamente nella timeline principale o visualizzare i tweet più recenti in ordine cronologico inverso. Twitter ha scoperto che i tweet sui contenuti politici di funzionari eletti, indipendentemente dal partito o dal fatto che il partito sia al potere, sono mostrati sulla cronologia principale.

L’affiliazione con un partito o la propria ideologia non sono un fattore che i sistemi considerano quando raccomandano contenuti agli utenti. Pertanto, “due individui nello stesso partito politico non vedrebbero necessariamente la stessa notizia” – spiega Twitter.

Twitter sostiene che non è un problema in sé perché può capitare su qualsiasi piattaforma. Tuttavia, sarebbe un problema se esistesse “un trattamento diverso in funzione di come l’algoritmo è costruito rispetto alle interazioni che gli utenti hanno con esso”. La società ha affermato di essere disposta a condividere i set di dati utilizzati nello studio con ricercatori di terze parti “su richiesta”.