tiktok-accesso-limitato-e-limite-40-minuti-per-i-bambini

I più piccoli sono la fascia maggiormente in pericolo quando si parla di social network e internet. Non solo a causa dei predatori che girano sul web, ma anche e soprattutto per i contenuti ai quali possono tranquillamente accedere senza alcuna regola se non imposta dai genitori. Fino a questo momento però. Infatti, TikTok ha introdotto una nuova restrizione per proteggere i minori. Accesso limitato ai contenuti con un limite tempo di 40 minuti per i bambini.

 

TikTok: protegge i minori introducendo l’accesso limitato e un limite di 40 minuti

TikTok sta facendo di tutto per proteggere i minori dai pericoli nascosti nel suo stesso social network. Ecco perché ha da poco introdotto una restrizione per i bambini che comprende l’accesso limitato ai contenuti – una selezione di quelli più adatti alla loro età – e un limite di tempo impostato a 40 minuti al giorno.

A darne notizia è il The Wall Street Journal che, in un articolo, ha riportato la novità decisa e introdotta da ByteDance, in Cina. Questa nuova iniziativa è stata avviata dall’app cinese di TikTok introducendo la “modalità adolescenti” dedicata a chi ha meno di 14 anni.

Tuttavia ci chiediamo come potrà essere imposta a questa fascia di età quando ci sono bambini che dichiarano un’età falsa per iscriversi e accedere a TikTok. Saranno i genitori a dover attivare manualmente questa nuova modalità? Oppure l’algoritmo individuerà i soggetti limitandone in automatico l’accesso e il tempo di permanenza sull’app?

 

Le iniziative del social network per proteggere i minori in Europa

Intanto TikTok anche in Europa ha messo in campo alcune iniziative per proteggere i minori. Non sono così radicali come quelle applicate in Cina, ma almeno si tratta di piccoli passi in avanti per proteggere la fascia più a rischio.

Un esempio? L’impostazione di default che rende privato il profilo di chi ha meno di 16 anni e una maggiore attenzione alle impostazioni per la privacy degli utenti con meno di 18 anni. In più, TikTok ha dichiarato:

Abbiamo pianificato di gestire a livello locale la protezione dei dati nell’Unione Europea, con la realizzazione di un data centre in Irlanda che diventerà il riferimento per gli utenti europei quando sarà operativo, alla fine del 2022“.

Speriamo che queste e altre iniziative possano proteggere i minori anche dalle pericolose challenge di TikTok che spingono oltre i limiti bambini e adolescenti.

FONTEil Mattino