tesla-i-2-motivi-che-hanno-causato-il-crollo-delle-vendite-in-cina

Un record inaspettato per Tesla che ha visto crollare le vendite delle sue auto elettriche in Cina. Questo nonostante il mercato del full electric è in costante crescita in tutto il mondo visto i provvedimenti volti a contrastare l’inquinamento e il cambiamento climatico. Scopriamo insieme quali sono i 2 principali motivi che hanno spinto l’azienda di Elon Musk a segnare questo brutto risultato.

 

Tesla: dopo giugno il crollo delle vendite in Cina

Purtroppo i dati relativi al numero di auto elettriche consegnate da Tesla ai suoi clienti cinesi non è di certo confortante. Rispetto a giugno infatti il risultato è un calo del 69% che ha portato le quote dai 28.138 veicoli venduti sul mercato locale agli 8.621 del mese di luglio.

Perché l’azienda di Elon Musk che opera in Cina si è trovata a dover affrontare questa situazione negativa in merito al mercato locale delle vendite? I motivi scatenanti questa situazione sono principalmente 2, uno fisiologico che si risolverà presto e l’altro invece un po’ più preoccupante che riguarda la fiducia degli acquirenti per il marchio Tesla.

 

Il nuovo crossover economico potrebbe essere la prima causa

Una delle cause che ha portato a un forte calo nelle vendite delle auto elettriche Tesla sul mercato cinese è da individuare nel nuovo crossover economico che a breve sarà disponibile all’acquisto.

Molto probabilmente, coloro che erano interessati all’acquisto di un’auto elettrica Tesla ora stanno attendendo l’arrivo del tanto annunciato Tesla SUV Model Y. Costruito proprio in Cina, si propone con un prezzo alquanto competitivo rispetto agli altri modelli dell’azienda. Le prime consegne sono state programmate per i mesi a venire e dovrebbero riportare in quota il trend di vendite che per ora è in negativo.

 

Troppi richiami per Tesla

La seconda causa che ha portato a un calo così importante delle vendite di Tesla in Cina è quella più preoccupante. Si tratta della campagna di richiamo per molte auto elettriche realizzate e vendute nel Paese.

Sembra si tratti di un maxi richiamo relativo a quasi tutti i modelli prodotti e venduti in Cina. Questa non è di certo una buona pubblicità per Tesla che potrebbe essere scartata per mancanza di fiducia da parte dei potenziali acquirenti.

FONTEWall Street Italia