unicredit-truffa-phishing-email-avviso-token-a-rischio-disattivazione

Non c’è pace per i clienti UniCredit nuovamente sotto attacco hacker. Questa volta si tratta di una truffa phishing che fa leva sul token personale collegato al conto di corrente online a rischio disattivazione. Il panico fa brutti scherzi quindi, prima di cliccare sul link e fare l’irreparabile, meglio mantenere la calma e ricordarsi dei consigli di Tecnoandroid. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa nuova truffa che sfrutta il brand di UniCredit.

 

UniCredit: nuovo tentativo di truffa phishing

Ancora una volta i clienti UniCredit, con un servizio Home Banking online attivo, in questi giorni stanno facendo i conti con un nuovo tentativo di truffa. La modalità è sempre quella, si tratta di un puro attacco phishing attraverso il quale, cybercriminali esperti, cercano di mettere le mani sui risparmi depositati nel conto corrente della potenziale vittima.

In pratica l’utente viene raggiunto da un’email che sembra, in tutto e per tutto, provenire da UniCredit grazie allo spoofing, una particolare tecnica che clona l’identità della banca. All’interno, un messaggio mette in allarme il cliente avvisandolo di una transazione bancaria non andata a buon fine. Proprio per questo, se l’utente non agirà in tempi brevi, il token verrà disattivato rendendo così impossibile qualsiasi operazione online con il conto corrente.

Ovviamente niente di tutto questo è vero. Nessuna transazione fallita e nessun token a rischio disattivazione. Dietro tutto ciò c’è un link creato appositamente che, una volta cliccato, spinge l’utente a fornire i propri dati personali e di accesso su una pagina, per grafica, identica a quella di UniCredit.

 

Alcuni consigli per evitare i guai

Vediamo ora alcuni consigli utili per evitare i guai. Lasciarsi convincere da queste truffe phishing non solo mette in pericolo i nostri dati sensibili, ma anche i risparmi di una vita. Ecco perché è indispensabile:

  • non cliccare mai su link contenuti nelle email, anche se queste sembrano provenire da UniCredit;
  • ricordare che nessuna banca, UniCredit inclusa, vi chiederà di fornirgli credenziali di accesso, codice iban o numero della carta di credito tramite email, SMS o telefonata call center;
  • avvisare tempestivamente la propria banca qualora si dovessero ricevere avvisi o messaggi di dubbia provenienza.