stranger-thingsL’attesa della quarta stagione dello show di Netflix Stranger Things sta continuando. Questo è stato dovuto anche ai ritardi causati dal Covid e ai fitti impegni che ha avuto il cast. Infatti David Harbour, colui che interpreta Jim Hopper, fa parte del cast anche di Black Widow, il quale è finalmente giunto al cinema.

Durante il lancio dell’ultimo film di Scarlett Johansson, l’attore ha rilasciato un’intervista a Collider e pare che abbia affermato che il suo personaggio andrà a subire una grande evoluzione. Di fatto, lo sceriffo sembra che sia stato il protagonista numero uno della terza stagione, dove, soprattutto nella parte finale, la sua importanza è salita di molto. Ora, però, dopo lo spavento iniziale, i fan sono consapevoli che in realtà non c’è stata alcuna morte ma è recluso in un campo in Russia dove combatte per vivere.

 

Stranger Things 4: ecco le parole di David Harbour

La nuova season andrà a mostrare una nuova versione dello sceriffo di Hawkins e i nuovi episodi andranno a mettere in luce dei vari aspetti del personaggio che prima i telespettatori non erano riusciti a cogliere.

Ecco cosa ha detto David Harbour“Questa nuova stagione è più grande, in termini di portata e dimensioni. C’è poi il fatto che non siamo più a Hawkins. Le ambientazioni sono svariate e introdurremo nuove cose. Stiamo avvolgendo il tutto, così che abbia un finale chiaro, pulito e definito. Di questo non posso proprio parlare”.

Inoltre, parlando di Hopper, ha messo in luce come la quarta stagione sia in assoluto quella che preferisce: “È al suo massimo in termini di vulnerabilità. È stato in questa prigione russa, il che consente di reinventare il personaggio, in un certo senso. C’è una rinascita rispetto a quanto visto in passato. Abbiamo sempre pianificato questa sorta di resurrezione in stile Gandalf. Avremo modo di approfondire parti della sua vita che sono state appena accennate. Vi saranno sorprese di cui non si sa nulla. Queste avranno un ruolo importante man mano che la serie andrà avanti”.