astrazeneca-pfizer-mischiare-dosi-rischi

Negli scorsi mesi alcuni ricercatori hanno sperimentato l’efficacia, e non solo, delle dosi di vaccino mischiate. Questo non vuole dire che hanno preso due trattamenti e ne hanno mixato il contenuto, ma semplicemente hanno somministrato ad alcuni prima una dose di uno e poi la seconda di un altro. Una delle combinazione più interessanti è risultata essere prima AstraZeneca e poi Pfizer.

Attualmente sono tre gli studi che sono andati fino in fondo con questa prova e il risultato sembrerebbe che la combinazione AstraZeneca e Pfizer crei una fortissima risposta immunitaria, o perlomeno è quello che suggeriscono gli esami del sangue di chi ha preso entrambi le dosi. Secondo due di questi studi, la copertura sarebbe sostanzialmente la stessa di due dosi del vaccino più efficace al mondo, proprio quello sviluppato da BioNTech.

 

AstraZeneca e Pfizer: gli effetti collaterali

C’è anche un aspetto secondario nel mischiare il vaccino di AstraZeneca e il vaccino di Pfizer. Quest’ultimo è segnalato in generale quello che causa più effetti collaterali anche se la quasi totalità si possono categorizzare come semplici fastidi. Una dose di uno e dopo dell’altro sembra causare un picco proprio nelle reazioni avverse. Tra queste non sembrano essere segnalati effetti collaterali gravi, ma i dati a disposizione sono pochi.

Tornando al discorso di protezione, l’aspetto importante sarebbe quello che i vaccini fornirebbero più modi all’organismo di proteggersi dal virus. Detto questo, come nel caso degli effetti collaterali, non si può avere un quadro completo finché le vaccini con due dosi diversi, come AstraZeneca e Pfizer, non aumentino nella vita reale e non in studi clinici.