IPTV: beccati 2000 utenti e 22 gestori del servizio, cosa rischiano

Nonostante la stagione sia giunta al termine per quanto riguarda il mondo del calcio, gli utenti cominciano a prendere provvedimenti per la prossima in arrivo. Si parla chiaramente di abbonamenti pay TV, quelli che consentiranno agli appassionati di seguire la loro squadra o magari i campionati in generale. Purtroppo ci sono ancora troppe persone che cercano di valutare opzioni pirata, proprio come gli abbonamenti IPTV che hanno fatto la storia in negativo in quest’ambito. Da diversi mesi la Guardia di Finanza sta indagando sul territorio, riuscendo a sgominare diverse organizzazioni.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: la Guardia di Finanza ha trovato altre due centrali in Sicilia e Svizzera, partono le multe

La pirateria ha subito un altro duro colpo da parte della Guardia di Finanza che a quanto pare avrebbe beccato due centrali in Svizzera e in Sicilia. I gestori sarebbero 22, praticamente tutti italiani e che ora si beccheranno una multa da 2000 a 25.000 €. Saranno multati inoltre anche tutti gli utenti che si servivano degli abbonamenti, con una sanzione che sarà di circa 1000 €.

Ovviamente le operazioni continueranno al fine di smantellare un fenomeno che sta mettendo in ginocchio i licenziatari.