TikTok: nella piattaforma si aggira la bufala dei "Medici della peste stupratori"

Al giorno d’oggi ogni luogo è buono per seminare terrore ed acquisire nuovi follower (nel caso dei social network come TikTok). Molte delle fake news in circolo, però sfiorano addirittura il cringe e quella di cui vi parleremo ne è l’esempio perfetto. Per la bufala in questione, i creatori hanno scelto di tornare indietro nel tempo ripescando le vecchie e conosciute maschere dei medici della peste. Secondo le loro parole, degli uomini coperti in viso dalla famosa maschera e dalla classica veste nera si aggirerebbero in vari luoghi d’Europa – anche a Roma, in Calabria e in Emilia-Romagnain cerca di ragazze da stuprare. 

Melany Alteri
La scrittura rende liberi ed io amo la libertà come la fotografia, l'arte, la natura e la pace. Scrivo poesie da quando ero bambina e in ogni cosa che faccio metto cuore ed anima. Sono una perfezionista, ballerina, attrice, make up artist, e cerco la bellezza in tutto ciò che mi circonda.