Fake news: il nuovo caso dei rapitori di bambini vestiti da medici della peste

Perché scegliere un abito del genere per diffondere una delle tante fake news? Ma soprattutto chi ha tanta fantasia da rendere nuovamente attuali i medici della peste? Forse la situazione che ci circonda ha funzionato da ispirazione, chissà. Ciò che possiamo confermarvi è che si tratta di una notizia FALSA, dunque non esiste nessun “uomo travestito da medico” con l’intenzione di rapire bambini. L’allarme è giunto da TikTok e nulla ha a che fare con il diciassettesimo secolo. In quel periodo si stava diffondendo per le città una malattia infettiva: la peste. A tal proposito i medici indossavano un abito lungo che li copriva dalla testa ai piedi e delle maschere di protezione con un lungo becco d’uccello. Queste ultime erano dotate di erbe aromatiche capaci di purificare l’aria infetta dalla malattia prima di respirarla.

Fake News: l’allarme arriva da TikTok

Torniamo a noi. La fake news è del tutto infondata: basta prendere come spunto uno dei primi video circolati in rete. Innanzitutto è vietato dalla legge girare per strada travestiti. Ma commentiamo il video: la persona mascherata viene notata da un individuo piuttosto tranquillo nonostante la strana visione. A sua volta, l’uomo mascherato non fa niente e continua a camminare indisturbato. Plateale che si tratti di finzione.

In allegato al video vi è un commento: “Questo nel video sarebbe un “medico della peste”. Questi uomini usano il travestimento per violentare donne e bambini. Si trovano nel Regno Unito, in Scozia. Dobbiamo fare qualcosa soprattutto quelli che fanno parte dell’1%”. 

Magicamente vengono poi “avvistati” anche in Svizzera, Svezia, America e in Italia (più precisamente a Roma, in Lombardia e in Emilia Romagna). C’è chi fa anche girare la voce della scomparsa di 29 bambine. Insomma, una pessima fake news.