APP Android: l'elenco delle migliori per comprare e vendere vestiti online

A voi, ragazze e ragazzi di tutta Italia che ogni giorno avete a che fare con la moltitudine di vestiti presenti nella vostra camera, è arrivato il momento di trovare una soluzione a qualsiasi problema “di spazio”! Ovviamente non gettate mai capi che non indossate più, piuttosto donateli a chi ne ha veramente bisogno o ai vostri amici più cari. Tra le ultime scelte però ve ne è una che ha come protagoniste le app Android. Scopriamo di cosa si tratta.

App Android: le migliori applicazioni di compravendita alla portata di tutti

ASOS

Sapevate che anche Asos è dotata di un angolo dedicato alla vendita? Ebbene sì, stiamo parlando del Marketplace. Qui si può vendere qualsiasi tipo di capo: dal più vintage al pezzo unico. Il segreto sta nel prepararsi dei pacchetti di foto (almeno 5 per capo) per iniziare a rendere intrigante la pagina del tuo account. Ricordate anche che ci dovranno essere sempre 15 pezzi in vendita fissi. L’altro trucco sta nel realizzare scatti accattivanti su sfondo neutro, con luce naturale, perlopiù indossati. Il costo del negozio per vendere online ammonta a 22 euro al mese.

VIDE-DRESSING 

Chi vende in questa app Android (e non solo) non è costretto ad anticipare le spese di spedizione ma può benissimo affidare al partner Mondial Relay il compito del trasporto. Solo nel momento in cui colui che acquista avrà ricevuto l’oggetto, verrà caricato sul salvadanaio Videdressing il totale della vendita.

VESTIAIRE COLLECTIVE

Qui si potranno vendere capi firmati dotati di ricevute di acquisto, certificazioni di autenticità e dust bag di protezioni originali. L’unica pecca della piattaforma è che vi sarà una commissione che va dal 18% al 50% in base al valore della merce.

VINTED

L’app Android è arrivata da pochissimo in tv e sta facendo impazzire tutti. Questa permette agli utenti di vendere i capi accedendo semplicemente al servizio. Basterà creare un profilo utente gratuitamente all’interno del quale verranno inserite le preferenze sui prodotti e le foto, la descrizione e il prezzo dei beni che si intendono vendere. Gli acquirenti interessati, dunque, procederanno alla visualizzazione dei beni e dovranno accettare il prezzo scelto dal venditore.

Ricordate che vendere gli abiti usati, è una pratica eco-friendly che promuove il riciclo, riduce gli sprechi e, di conseguenza, anche l’impatto ambientale!