m1-apple-intel-macbook-pro-pubblicitá-sfottere-presa-in-giro-computer-laptop

Intel ha una partnership con Apple dal 2005 e, sebbene Apple ora abbia computer Mac con i propri chip, ci sono ancora alcuni Mac forniti con processori Intel. Tuttavia, poiché il chip M1 è stato elogiato per le sue prestazioni ed efficienza, Intel ora prende in giro Apple in una nuova campagna che mette in evidenza le cose che gli utenti non possono fare su un Mac M1.

La nuova campagna è stata pubblicata su Twitter e altri siti Web sostenendo che ci sono alcune attività che solo i PC Windows possono eseguire. In uno dei nuovi annunci, Intel afferma che “solo un PC offre la modalità tablet, touch screen e funzionalità dello stilo in un unico dispositivo”, che è simile a ciò che fa Microsoft negli annunci di Surface.

Intel ha pubblicato la nuova campagna su Twitter

Un altro annuncio della campagna è ancora più aggressivo affermando che i Mac non sono l’ideale per ingegneri e giochi, poiché Windows ha un catalogo più ampio di software e giochi rispetto a macOS. In una delle immagini, si menziona che “se puoi avviare Rocket League, non sei su un Mac”, poiché il gioco è stato interrotto per macOS l’anno scorso.

Oltre agli annunci web, la campagna include anche un video a pagamento con lo YouTuber Jon Rettinger in cui sottolinea i vantaggi di avere un laptop normale invece di un MacBook M1, come porte USB standard, touchscreen, supporto eGPU e lavorare con due display esterni.

La scorsa settimana, Intel ha condiviso una presentazione dei risultati dei benchmark confrontando il suo processore i7 di 11a generazione “Tiger Lake” con il chip M1 di Apple. La societá vuole dimostrare che i processori Intel sono più potenti di un chip che Apple ha costruito per computer a basso consumo e senza ventole.

Nel frattempo, Apple afferma che la transizione dai processori Intel agli Apple Silicon Chips dovrebbe essere completata entro la fine del 2022, quando la società non avrà più computer Mac con Intel.