Apple, Apple Car, iPhone 12, iPhone 13, Tim Cook, Kia, Hyundai, Project Titan

Il progetto Apple Car sembra destinato a diventare realtà molto presto. L’azienda di Cupertino infatti potrebbe firmare a breve un accordo con Kia. Il valore dell’operazione è stimata sui 3,6 miliardi di dollari e permetterà la produzione vera e propria del veicolo elettrico della mela.

Negli scorsi mesi, la Apple Car è stata più volte avvicinata al gruppo Hyundai-Kia Automotive. Il produttore coreano infatti, insieme a tante altre case automobilistiche, rientra tre le aziende contattate da Cupertino. Tuttavia, le due aziende hanno trovato una sintonia maggiore rispetto a tutte le altre. La notizia è stata riportata dai colleghi di GSMArena.

Apple Car potrebbe essere prodotta da Kia

Il motivo di questo accordo è prettamente strategico oltre che funzionale. Hyundai e Kia infatti, hanno sviluppato una piattaforma denominata E-GMP completamente dedicata ai veicoli elettrici del gruppo coreano. Inoltre, Kia avvierà la produzione di Apple Car nello stabilimento situato in Georgia, negli Stati Uniti. In questo modo, Cupertino potrà essere più vicina allo stabilimento e non dovrà operare oltreoceano.

Questi due fattori sono ritenuti come fondamentali per la conclusione dell’accordo. La partnership prevede inoltre ruoli ben precisi. Kia si occuperà della produzione e dell’assemblaggio dei veicoli, mentre Apple della tecnologia di bordo. Questo include i sistemi di guida autonoma, l’hardware necessario, il software e persino la tecnologia delle batterie.

L’obiettivo delle due aziende è quello di avviare la costruzione delle vetture elettriche entro il 2024. Le stime di Apple prevedono una produzione di 100 mila vetture il primo anno. Con il miglioramento e l‘affinamento del processo produttivo, negli anni successivi sarà possibile aumentare drasticamente i numeri. Quando la fabbrica potrà operare a pieno regime si produrranno circa 400 mila veicoli l’anno.

Articolo precedenteAerei di linea: Airbus conferma di aver effettuato un volo senza pilota
Articolo successivoScacchi: ecco le migliori app per giocare su Android
Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger