blank

Dopo la terribile vicenda che ha coinvolto la bambina di 9 anni, TikTok ha deciso di intraprendere rigide modifiche al regolamento per l’iscrizione dei minori all’app.

Ha imposto limiti d’età più restrittivi, che – come specificato dalla stessa società – prevedono la possibilità di ingresso agli utenti dai 13 anni in su. In particolar modo, per gli account tra i 13 e i 15 anni sono previste ulteriori limitazioni e tutele: l’account è privato di default, non si può accedere ai messaggi diretti così come non si possono avviare dirette in streaming, nonché forti limitazioni su chi può inserire commenti al di sotto dei video.

TikTok, nuova politica per la privacy e la sicurezza dei minori: cosa cambia

Ora anche i genitori potranno avere un feedback più diretto sull’attività dei propri figli, andando a collegare il proprio account con quello del minore e intervenendo su alcuni aspetti. Con il collegamento famigliare, la mamma o il papà titolare di un account sarà in grado di accedere alle impostazioni del figlio potendo:

  • Rendere l’account privato
  • Bloccare o limitare i messaggi diretti
  • Impostare delle restrizioni sul tempo di utilizzo giornaliero dell’app
  • Restringere il campo sul numero di persone che possono visualizzare i contenuti del proprio figlio
  • Disabilitare il campo di ricerca.

“I nostri Termini di Servizio e le Linee Guida della Community definiscono una politica di tolleranza zero verso contenuti e comportamenti che sfruttano o mettono in pericolo i minori” precisano gli sviluppatori attraverso il comunicato stampa dedicato. TikTok esemplifica inoltre i casi in cui i moderatori intervengono in maniera coercitiva: “Vietiamo e rimuoviamo i contenuti che rappresentano o diffondono abusi, nudità, sfruttamento di minori, atti o sfide pericolose, tanto in formato digitale quanto fisico”.

Si ricorda inoltre che nel mondo sono operativi 3 Centri Trust & Safety che si occupano di controllare tutto ciò che viene pubblicato sul social. Per l’Italia (e l’Europa in generale) la sede di riferimento si trova a Dublino.

E’ stata infine inserita una sezione per segnalare eventuali infrazioni o dichiarazioni mendaci e “avvertire” gli sviluppatori se si riscontra sulla piattaforma la presenza di un utente di età inferiore a 13 anni.

Per qualsiasi dubbio o ulteriore spiegazione, risulta attivo il Portale per i Giovani: “Per informare in modo efficace il pubblico più giovane, attraverso l’utilizzo di un linguaggio immediato e divertente, abbiamo realizzato un portale con contenuti educativi per fornire tutte le informazioni necessarie per vivere la migliore esperienza possibile su TikTok”.