Diesel

Sono molte le novità introdotte in questo 2021. Dopo l’annuncio di nuovi e importanti incentivi che l’Unione Europea ha promesso per l’acquisto di auto elettriche, ecco nuovi standard relativi alle omologazioni per i motori Diesel.

 

Motori diesel: nuovi standard per i test delle emissioni con Wltp 3.0

Ormai non è nuova la notizia che l’Europa sta cercando di sviluppare tutto ciò che garantisce un’attenzione e un rispetto all’ambiente. Questo anche in merito ai motori diesel che restano comunque la prima scelta nell’acquisto di un’automobile.

L’obbiettivo è quello di produrre motori diesel sempre meno inquinanti e con alti livelli di efficienza. Ecco spiegato il motivo dei nuovi standard europei per l’omologazione di queste motorizzazioni. Il nuovo standard Euro 6d Isc-Fcm – Wltp 3.0 è stato introdotto per limitare le emissioni di sostanze quali il monossido di carbonio, l’ossido di azoto e il particolato fine. Non solo sono pericolosi per l’ambiente, ma se in grandi quantità provocano gravi problemi alla salute. Ecco perché in questi giorni, in molte città del nord Italia, sono in programma blocchi alla circolazione per alcune categorie di diesel.

Questo nuovo standard Europeo, che in realtà è in vigore dallo scorso primo gennaio, è in grado di creare durante i test le stesse condizioni che si avrebbero durante la guida reale. La soglia massima introdotta per le emissioni di ossido di azoto per i motori diesel è ora di 80 milligrammi per km percorso. È anche stato stabilito un margine di errore al massimo di 1,43 volte che sarà eliminato entro il 2023.

 

Perché tanta attenzione alle emissioni di ossido di azoto

Purtroppo anche se i motori diesel sono tra i più diffusi e preferiti, risultano davvero pericolosi per la salute. Questo quando non rientrano entro certi limiti delle emissioni.  Infatti l’ossido di azoto e soprattutto il biossido di azoto sono sostanze che aggravano problemi cardiaci, malattie respiratorie croniche e problemi di asma. Questo soprattutto nei bambini.

Ecco perché è importante che gli standard di omologazione per la produzione di auto diesel in merito alle emissioni siano alti e severi.