Postepay: nuova truffa phishing, vi chiedono i dati per svuotare il conto

Con una Postepay molti utenti si ritrovano in possesso di ottime opportunità che altrimenti potrebbero ottenere solo recandosi presso gli uffici postali. I supporti elettronici messi a disposizione del pubblico inoltre sono talmente tanti da attirare costantemente l’attenzione dei truffatori. Ciò non significa che è una Postepay sia più facilmente ingannabile rispetto ad un’altra carta, ma semplicemente che il suo nome è molto più diffuso tra gli utenti.

Un tentativo di phishing infatti potrebbe beccare più facilmente un utente con questa tipologia di carta che altre persone provviste magari di una soluzione Unicredit ad esempio. Da qualche giorno infatti gira tramite e-mail una nuova truffa, la quale avrebbe come finalità quella di svuotare il conto. Basta semplicemente ignorare o eliminare il messaggio per non incorrere in problemi. 

 

Postepay il nuovo messaggio è scritto in questo modo, attenti alle e-mail

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO