blank

Partiamo con le belle notizie, l’asteroide in rotta verso la Terra che dovrebbe presentarsi a noi il 2Novembre non costituisce un pericolo per la razza umana, esso infatti ha scarsissime possibilità di incrociare il pianeta con la sua traiettoria e anche nel caso accadesse, il sassolone spaziale finirebbe sbriciolato durante l’ingresso in atmosfera, state tranquilli.

A rendere particolarmente chiacchierato l’asteroide 2018VP1  scoperto dal Palomar Observatory ci pensano però le coincidenze temporali che lo accompagnano, esso infatti passerà vicino il nostro pianeta in data 2 Novembre, in corrispondenza del giorno dei morti in Italia e delle elezioni negli Stati Uniti d’America, non a caso il corpo è stato nominato per l’occasione Election Day, che si tratti di un allusione satirica al giorno del giudizio ?

Curiosità spaziali

Dal punto di vista delle dimensioni possiamo inquadrarlo come una via di mezzo tra un’utilitaria e un furgoncino riempiti di sassi, esso infatti vanta all’incirca una massa di 16 tonnellate per 2 metri di diametro e viaggia nello spazio lanciato all’incirca alla velocità di 26Km al secondo secondo il sistema di riferimento sistema solare e 9,5Km/s rispetto al movimento terrestre intorno al sole.

Dal punto di vista astronomico l’asteroide in esame fa parte della categoria Apollo e ruota attorno al sole in un periodo di circa 2 anni terrestri, gli asteroidi di quella classe hanno una particolarità, hanno tutti un’orbita intrinseca a quella della Terra, dunque potrebbero tutti in teoria scontrarsi col pianeta, anche se le possibilità sono molto basse.

Secondo i calcoli degli scienziati si tratta di un attraversamento Near Miss, a sfioro, in cui la percentuale di impatto è di appena lo 0,41%, bassissima, quindi potete assolutamente stare tranquilli.