truffe Unicredit Intesa SanpaoloC’è la mano degli hacker dietro le nuove truffe bancarie che stanno coinvolgendo un numero imprecisato di clienti iscritti a registro Unicredit, BNL e Sanpaolo. Sono i più colpiti in quanto sono proprio questi gli istituti con maggiore affluenza di clientela nel Paese. I criminali informatici colpiscono a caso con un sempre crescente numero di vittime. I temi centrali della questione sono phishing e smishing con alcune varianti che faremmo bene a considerare in vista di uno svuota conto davvero insidioso. Ecco quali sono i rischi ed i pericoli di email ed SMS.

 

Truffe del conto corrente: ecco il link azzera credito da evitare

Che siano messaggi di posta elettronica o SMS poco importa. In ogni caso si viene condotti ai link sospetti che lasciano la porta aperta ad un chiaro tentativo di formjacking. Tale termine è incluso nel contesto del pharming che specifica un fruttuoso tentativo di creare un sito copia del legittimo proprietario con lo scopo di estorcere dati ed info sensibili. Compilando il questionario cui si viene rimandati si finisce in guai seri. Tutta una serie di informazioni viene dirottata sui server maligni preposti al salvataggio delle credenziali e dei dati personali.

La Polizia Postale mette in guardia la clientela dalle truffe Unicredit e Sanpaolo mentre a queste si aggiungono anche quelle per BNL, Fineco e tutti gli altri istituti potenzialmente preda degli aggressori. In questo caso, come specifico dalle autorità, è necessario:

  • esaminare il contenuto del messaggio ed eventuali link in allegato
  • richiedere informazioni al proprio istituto tramite il Call Center gratuito
  • segnalare il fatto alle autorità con apposito form di notifica
  • includere il contatto disconosciuto in Lista Nera
  • eliminare perentoriamente la comunicazione in entrata
  • ripulire il dispositivo con apposito software antivirus