bancheLe truffe ai danni delle banche italiane sono davvero pericolose per le finanze dei consumatori italiani, i quali si potrebbero ritrovare in brevissimo tempo senza nemmeno un euro. Il rischio è reale, e per questo motivo non va assolutamente sottovalutato.

Il meccanismo adottato dai malviventi rientra sempre entro il cosiddetto phishing, in questo caso viene inviato un messaggio di posta elettronica con un testo fortemente preoccupante, il cui unico scopo è quello di invitare il consumatore a premere un link, promettendo nel contempo la possibilità di accedere al sito ufficiale per la modifica della password o la riattivazione dell’account (in seguito, in genere ad un ipotetico tentativo di accesso indesiderato).

 

Truffe Banche Italiane: attenzione alle email che ricevete

L’utente più esperto è perfettamente consapevole del fatto che nessuna azienda invia messaggi di questo tipo, a meno che non ne sia stata fatta espressamente richiesta, ciò sta a significare che dal momento in cui lo si riceverà capirà che a tutti gli effetti si tratta di una truffa bella e buona.

Coloro che malauguratamente decideranno di seguire le indicazioni, ad ogni modo si scontreranno con una situazione tutt’altro che piacevole, poiché verranno collegati ad un sito che a prima vista apparirà identico all’originale, ma che allo stesso tempo sarà gestito dai malviventi, i quali poi avranno libero accesso ai dati inseriti, per poi utilizzarli per accedere indisturbati al conto corrente, con tutto il denaro presente sullo stesso.

Il rischio è reale, se ricevete un messaggio di posta elettronica diffidate sempre, se avete dubbi, collegatevi al sito ufficiale della banca digitando l’indirizzo nel browser, non premete mai link interni.