huawei-batte-samsung-vendite-smartphone

Huawei aveva in programma di battere Samsung già nel 2016, ma sapeva che sarebbe stato un percorso lungo, tortuoso e in salita. Per questo motivo si è data cinque anni per raggiungerlo. Se all’inizio sembrava impossibile, in poco tempo ha dato i segni che invece sarebbe stato molto più semplice del previsto.

Tanto importante quanto l’aver superato Apple che ne stava tranquilla al secondo posto, il 2018 è stato l’anno migliore quando per la prima volta ha superato proprio Samsung. Si trattava di un superamento momentaneo visto che poi non si è ripetuto e il colosso sudcoreano ha mantenuto salda la propria posizione, fino ad aprile.

È successo di nuovo, Huawei ha superato Samsung in fatto di volumi di vendite, ma solo per il mese di aprile. Rispettivamente hanno segnato un 21% e un 19.1%. Detto questo, per quanto la compagnia cinese ha tutti i motivi per festeggiare, bisogna capire che la spinta è stata data dall’emergenza coronavirus.

 

 

Huawei supera Samsung: merito dell’emergenza globale

L’emergenza coronavirus ha affossato le vendite degli smartphone, si parla di un calo del 41% su base annua ad aprile, il mese in questione. Il mercato che ne ha risentito di meno è quello cinese dove Huawei è riuscita a guadagnare punti percentuale importanti. Al contrario, i mercati in cui Samsung stravince da anni, come in molti paesi europei, l’emergenza ha fatto scendere i numeri del colosso.

Possibile che questa vittoria si possa replicare anche a maggio e giugno, ma il motivo rimarrebbe lo stesso. Il mercato, a causa del coronavirus, è pieno di anomalie e Huawei non può di certo affermare di aver raggiunto il proprio obiettivo sulla base di questi mesi.