blank

La piattaforma di e-commerce Amazon sta al momento assumendo del nuovo personale per soddisfare l’enorme domanda dei propri clienti. Il traffico, in seguito a questa quarantena forzata, è aumentato a dismisura.

Anche su altre piattaforme si sono registrati degli aumenti incredibili, come Facebook, WhatsApp e Messenger. Secondo le ultime indiscrezioni però, il colosso di Seattle non sarà particolarmente colpito. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Amazon non sarà colpita economicamente dal coronavirus

Il nuovo coronavirus sta affondando l’economia mondiale in praticamente tutti i settori, una categoria però potrebbe vedere il proprio business rimanere stabile, se non addirittura incrementarsi durante la pandemia. Stiamo parlando delle grandi aziende tecnologiche. Per capire questa mossa basterebbe vedere i dati della piattaforma Amazon, che ha recentemente annunciato di voler assumere 100.000 magazzinieri per soddisfare la crescente domanda.

Anche Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook, ha dichiarato che il traffico per le videochiamate e la messaggistica è letteralmente esploso. Microsoft invece ha comunicato che il numero di utenti che utilizzano il proprio software per la collaborazione online è salito di quasi il 40% in una sola settimana. Il New York Times scrive: “la pandemia e il fatto che alle persone è stato chiesto di lavorare da casa e di stare lontano dagli altri, ha aumentato la fiducia nei servizi delle più grandi aziende del settore tecnologico, accelerando al contempo il trend di chi già ne beneficiava“.

Riguardo ad Amazon invece la redazione del NYT scrive: “Amazon si è imposta per anni sui rivenditori tradizionali ma ora, con gli acquirenti riluttanti ad andare in negozio, ci si rivolge al gigante dell’e-commerce anche per una più ampia varietà di prodotti, come alimentari e farmaci da banco. I servizi di streaming come Netflix hanno frenato negli ultimi anni le vendite di film al botteghino. Ora, mentre le sale cinematografiche chiudono per ordine del governo, Netflix e YouTube stanno guadagnando un nuovo pubblico“.