google-sicurezza-android-app-terze-parti-apk-download-smartphone

La sicurezza Android è diventata l’obiettivo di molti OEM ed è migliorata molto nell’ultimo anno. Tuttavia, nonostante i sistemi di apprendimento automatico di Google, le app contenenti malware continuano a raggiungere gli utenti, spesso da fonti non verificate, non ufficiali e di terze parti.

Ciò ha reso i telefoni Android non ideali per gli utenti a rischio di attacchi mirati, come giornalisti e attivisti. Ecco perché, a partire da oggi, Android non consentirà più l’installazione di app al di fuori del Google Play Store. Questo accadrà solo su dispositivi registrati nel programma di protezione avanzata di Google.

Android, Google introdurrà una nuove funzione

Questa nuova politica si applica solo ai dispositivi Android che fanno parte del suo programma ad alta sicurezza per utenti ad alto rischio. Il resto del mondo Android può continuare a installare app a proprio rischio. Ci sono alcune eccezioni anche per i dispositivi di protezione avanzata.

Le app preinstallate e quelle che gli OEM forniscono tramite i propri negozi possono ancora essere installate.Gli utenti più avanzati possono anche trasferire le app tramite ADB se sanno come fare. Sfortunatamente, ciò può anche significare che chiunque abbia accesso fisico al telefono dell’utente può farlo.

Google sta anche attivando Play Protect su questi dispositivi per impostazione predefinita. È sorprendente che ci sia voluto tanto tempo per implementarlo. Play Protect esegue regolarmente la scansione delle app installate sui telefoni per verificare la presenza di malware o modifiche non autorizzate.

Tutte queste protezioni ruotano e si basano sull’installazione di Google Play Store e sui servizi installati, che è, ovviamente, un modo per Google di pubblicizzare indirettamente e aumentare la dipendenza dal suo framework proprietario.