Il social network Facebook è un luogo in cui circolano moltissime notizie ogni giorno. Molte di queste, soprattutto quando ci troviamo davanti ad un’emergenza come questa, del nuovo coronavirus, sono purtroppo false.

Negli ultimi giorni sulla piattaforma stanno infatti girando moltissime notizie false che riguardano il virus, come cure e rimedi. Fate quindi attenzione a quello che leggete sulla piattaforma. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Facebook: attenzione alle bufale che riguardano il coronavirus

La piattaforma negli scorsi giorni ha anche deciso di vietare qualsiasi annuncio pubblicitario che riguardi mascherine monouso e gel disinfettanti. La richiesta è sempre molto alta e di conseguenza la gente vedendo le pubblicità sulla piattaforma, rischia di incorrere in acquisti poco consigliati. Anche la piattaforma di e-commerce Amazon ha recentemente eliminato oltre 1 milione di prodotti perché venduti a dei prezzi esorbitanti.

Il colosso guidato da Mark Zuckerberg nelle ultime ore ha deciso di offrire degli spazi pubblicitari gratuiti all’Organizzazione Mondiale della Sanità, chiamata comunemente OMS. A dare la notizia è stato il CEO della società, Mark Zuckerberg attraverso un lungo post.

Ecco alcune delle parole di Zuckerberg: “Stiamo fornendo all’Oms tutte le pubblicità gratuite di cui ha bisogno per rispondere al coronavirus, insieme ad altri tipi di supporto”, ha scritto Zuckerberg. Chi cercherà la parola coronavirus su Facebook, ha spiegato, vedrà un pop-up che lo indirizzerà all’Oms o all’autorità sanitaria locale per le ultime informazioni. Stiamo rimuovendo notizie false e teorie del complotto che sono state contrassegnate dalle principali organizzazioni sanitarie globali”, ha evidenziato. Inoltre “stiamo anche impedendo alle persone di pubblicare annunci pubblicitari che tentano di sfruttare la situazione, ad esempio sostenendo che il loro prodotto può curare la malattia“.