postepayLe PostePay potrebbero nascondere rischi enormi per i conti correnti degli utenti, sono davvero tantissime le truffe che al giorno d’oggi puntano a rubare i dati sensibili, nonché ad accedere a tutto il denaro contenuto negli stessi. L’attenzione deve essere sempre al massimo.

Internet è un mezzo di informazione dalle grandissime potenzialità, lo potremmo quasi definire la migliore invenzione dell’ultimo secolo; tuttavia, dato il grandissimo utilizzo nel mondo, esistono anche utenti che cercano di sfruttarla per truffare alcuni malcapitati. Ultimamente stiamo ricevendo sempre più segnalazioni di tentativi di truffa orditi ai danni dei clienti PostePay, il meccanismo adottato dal cybercriminale è sempre legato al cosiddetto phishing.

Tutto ha inizio semplicemente con l’invio di un messaggio di posta elettronica sulla casella personale, in cui il suddetto si finge l’azienda di riferimento. All’interno viene posizionato un testo studiato ad hoc, il cui obiettivo è quello di invogliare il consumatore a premere un link interno per la connessione al sito ufficiale, con la promessa di potere poi modificare la password o riattivare l’account.

 

PostePay: le truffe si affidano all’inesperienza degli utenti

A questo punto l’utente che si è “fidato” di quanto scritto, si ritrova collegato ad un sito esterno non gestito da Poste Italiane, ma esteticamente uguale identico all’originale. Inserendo i dati sensibili si rischia un danno incalcolabile e purtroppo irreversibile, in quanto si andrebbero a consegnare direttamente nelle mani dei malviventi, senza poi avere la possibilità di tornare indietro.

Il rischio di ritrovarsi con il conto corrente prosciugato esiste ed è reale, non è il classico articolo clickbait o che punta a spaventarvi, state sempre attenti.