SpaceX ha completato con successo una dimostrazione di fuga di lancio del suo veicolo spaziale Crew Dragon e del razzo Falcon 9 durante il fine settimana.

Uno sforzo congiunto tra la compagnia aerospaziale di Elon Musk e la NASAil processo di domenica ha dimostrato che la nave SpaceX può separarsi in modo sicuro dal razzo in caso di emergenza in volo.

Come parte della valutazione – l’ultima valutazione finale prima che la capsula inizi a trasportare gli astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale – SpaceX ha configurato Crew Dragon per innescare una fuga di lancio circa un minuto e mezzo dopo il decollo.

 

Per quanto ne sappiamo finora, è una missione perfetta per le foto. È andato bene come ci si può aspettare ”, ha dichiarato Musk, ingegnere capo di SpaceX in una nota. “Questo è un riflesso della dedizione e del duro lavoro dei team SpaceX e NASA per raggiungere questo obiettivo. Ovviamente, sono molto eccitato. Questo è fantastico“.

I membri di SpaceX e della US Air Force recupereranno il Crew Dragon – per tornare alla struttura del produttore in Florida – e il Falcon 9, che si spezzò in un tripudio di gloria (come previsto).

Oggi abbiamo assistito alla dimostrazione di un sistema che speriamo di non usare mai, ma possiamo salvarci la vita se mai lo facciamo“, secondo l’astronauta del volo di prova Crew Dragon Doug Hurley , che, al fianco di Bob Behnken, volerà sulla ISS e come parte della prossima missione Demo-2.

Ci è voluto molto lavoro tra la NASA e SpaceX per arrivare a questo punto“, ha continuato, “e non vediamo l’ora di fare presto un giro per la Stazione Spaziale“.

 

 

SpaceX: la missione sembra essere andata per il verso giusto e le altre missioni in programma

Come puoi vedere nel video sopra, Crew Dragon ha innescato la fuga di lancio circa un minuto e mezzo dopo il decollo. Sono state eseguite tutte le principali funzioni: separazione, accensione del motore, spiegamento del paracadute, atterraggio. L’astronave è precipitata nell’Oceano Atlantico alle 10:38.

Questo test di volo critico ci mette in procinto di restituire la capacità di lanciare astronauti su veicoli spaziali americani su missili americani da terra americana“, ha dichiarato l’amministratore della NASA Jim Bridenstine in una nota.

Siamo entusiasti dei progressi compiuti dal programma commerciale dell’equipaggio della NASA e non vediamo l’ora che arrivi il prossimo traguardo per Crew Dragon“, ha aggiunto.

Domenica, durante una conferenza stampa, Musk ha annunciato che la prima missione con equipaggio della sua compagnia avverrà nel secondo trimestre di quest’anno, tra aprile e giugno, come riportato dalla CNBC .

“Siamo fiduciosi che l’hardware sarà pronto nel primo trimestre, molto probabilmente a febbraio, ma non più tardi di marzo”, ha detto, accennando a una Demo-2 prima o poi.