truffa UnicreditPericolo in agguato per i clienti del gruppo Unicredit che in queste ore fanno i conti con una nuova truffa. Passata in anticipo nel circuito BNL e Intesa Sanpaolo la nuova minacciasi aggira nelle caselle email dei correntisti sotto forma di temibile phishing.

Bisogna fare attenzione alla minaccia in quanto non è immediatamente riconoscibile per via della sua natura apparentemente lecita. Si presenta come una comunicazione di servizio. In apparenza sembra un messaggio innocuo ma il link sospetto solleva il dubbio circa la legalità della comunicazione. Difatti, vi sono fondati motivi per pensare che tutto sia opera di truffatori. Ecco cosa sta succedendo.

 

Unicredit sotto attacco: la truffa azzera i conti e blocca le carte

Una volta ottenuto il link allegato alle mail è facile parlare di pharming. Questo termine è usato per definire un sito clonato il cui scopo è quello dell’estorsione di dati e soldi indotta dalla paura scatenata dal messaggio.

I clienti che hanno ricevuto il messaggio di urgenza hanno avuto accesso al link con un form compilativo in cui inserire i propri dati personali e le credenziali. Numeri di telefono, generalità e password sono finiti in mani sbagliate insieme a tutti i soldi depositati presso la banca.

La società ha rilevato la presenta rete di intrusi e veicolato un vadenecum per la difesa dalle truffe che si trova nel sito ufficiale. Si fornisce un estratto della guida in cui si legge:

“Sono in circolazione diverse tipologie di email, inviate sotto falso mittente UniCredit, finalizzate a sottrarre in maniera fraudolenta dati personali e bancari (compresi numeri di carta, codici di accesso e dispositivi della Banca via Internet).

Le comunicazioni, attraverso svariate argomentazioni (Cartelle Equitalia, blocco carta, notifica di un pagamento o di un telegramma), inducono chi le riceve a cliccare sui link in esse contenuti e ad accedere ad un falso sito UniCredit”.