raiAvete ricevuto un messaggio di posta elettronica in cui viene promesso il rimborso del canone Rai? bene, sappiate che a tutti gli effetti vi state trovando di fronte ad una truffa bella e buona il cui unico obiettivo sarà quello di prosciugarvi il conto corrente.

Il problema è legato sempre allo stesso meccanismo che vediamo ogni giorno per PostePay istituti di credito in generale, parliamo infatti del cosiddetto phishing. Il malvivente è a conoscenza del nostro desiderio di non pagare assolutamente una delle imposte più odiate, e consapevole inoltre della notizia che sta circolando in rete in merito alla possibile abolizione, ha pensato di cavalcare l’onda per “fare soldi facili”.

Il messaggio di posta elettronica vedrà come mittente l’Agenzia delle Entrate (ovviamente non è stato inviato da loro), all’interno si trova un testo in cui si parla di pagamento non dovuto e di diritto al rimborso effettivo della cifra versata; tutto viene condito da un link interno diretto teoricamente al sito ufficiale nel quale inserire le coordinate bancarie su cui inviare il rimborso.

 

Truffa rimborso canone Rai: attenzione alle email che ricevete

Niente di più falso, seguendo le indicazioni andrete a consegnare il tutto nelle mani dei cybercriminali che vi svuoteranno il conto corrente in pochissimo tempo. Ricordate, l’Agenzia delle Entrate non vi proporrà mai un rimborso in autonomia, l’unica cosa che potete fare è richiedere l’esenzione dal sito ufficiale, dichiarando di non possedere una televisione, oppure di essere over 75 o con un reddito annuo inferiore ai 7000 euro.