La protezione della propria privacy è un tema estremamente delicato a cui gli utenti, negli ultimi anni, stanno dando sempre maggior peso. Probabilmente quest’attenzione è anche correlata ad una crescente paura di essere più controllati che in passato, e ad una sensazione costante che i propri dati vengano utilizzati per scopi non del tutto noti.

Per quanto le informative per la privacy possano fornire una parziale garanzia a tutela degli utenti, alcuni scandali emersi in questi anni hanno lasciato intendere quanto poco il pubblico conosca come effettivamente vengano impiegati i dati sensibili. A cominciare dagli stessi social network: esemplare, in tal senso, risulta lo scandalo di Cambridge Analytica, che ha portato alla luce una voragine nella protezione delle generalità degli utenti fornite ai social.

Le informazioni prelevate, infatti, venivano elaborate per poter creare advertisement mirato verso alcune tipologie di utenti, per dirigere il loro voto durante il referendum sulla Brexit e le ultime elezioni presidenziali americane.

Quest’impressione, dunque, trova fondamento, ma non soltanto in queste circostanze. Spesso gli hacker utilizzano il tracciamento, la localizzazione e il monitoraggio di determinati dispositivi per riuscire a beccare il momento in cui risultano più vulnerabili ad attacchi, per trarne credenziali e password. Oppure per spiare le conversazioni telefoniche.

Per questo motivo, sono stati inventati alcuni devices che consentono di “mascherare” le conversazioni in corso, permettendo agli utenti di godere di effettiva privacy durante la chiamata o la chat via messaggi.

Telefoni criptati, come funzionano e dove trovarli

La massima protezione da eventuali attacchi la si può ottenere acquistando degli smartphone criptati.

Questi dispositivi sfruttano gli algoritmi AES256 – Two Fish 256, e consentono di comunicare in tutta sicurezza a patto che anche l’altro dispositivo sia criptato e accoppiato al primo. La privacy viene infatti preservata solo “per coppie” di telefoni, mentre si possono utilizzare tutte le altre funzioni, come normalissimi smartphone, per gli altri contatti. In tal caso, la conversazione non risulterà criptata.