Facebook

Come ben ricorderete, il social network Facebook l’anno scorso è stato coinvolto nello scandalo Cambridge Analytica. La piattaforma ha infatti passato dati di milioni di utenti alla suddetta azienda.

Negli ultimi giorni la piattaforma, proprio per questo scandalo, ha ricevuto una maxi multa da 5 miliardi di euro. Scopriamo insieme tutti i dettagli sul caso.

 

Facebook: maxi multa per lo scandalo Cambridge Analytica

La pesantissima accusa rivolta alla piattaforma è quella di violazione della privacy. A pronunciarla è stata la Commissione Federale per il Commercio degli Stati Uniti che, come anticipato anche dal Wall Street Journal, l’ha portata ad approvare questa maxi multa di 5 miliardi di euro. Questa è la sanzione economica più alta mai comminata ad un’azienda hi-tech.

L’indagine della Federal Trade Commissione è iniziata oltre un anno fa, poco dopo lo scandalo Cambridge Analytica. La maxi multa non è stata votata all’unanimità. Infatti, i tre repubblicani dell’agenzia federale di regolamentazione, hanno votato a favore, mentre i commissari democratici si sono espressi contro. Ora toccherà al Ministero della Giustizia l’ultima parola. Il Ministero infatti deciderà se convalidare o meno la sanzione della commissione.

Leggi anche:  Facebook: tutti i dubbi sulla criptovaluta Libra

I 5 miliardi di euro di multa equivalgono a circa il 9% dei ricavi totalizzati nel 2018 dalla piattaforma. Facebook si aspettava una sanzione proprio di questa grandezza tanto che, nel primo trimestre aveva già messo da parte 3 miliardi di dollari come una tantum. Ora non ci resta che attendere la decisione del Ministero, ovviamente vi terremo informati sulla questione non appena avremo altre notizie.