Ecco l’ennesima bufala mossa contro la recente nascente tipologia di connettività: il 5G. Ad oggi tanti sono ancora i dubbi, molti legati maggiormente alla mala informazione e allarmismo generato da bufale come questa che vi stiamo per dire.

5G: la bufala sull’abbattimento degli alberi

L’ultima bufala che sta girando per il web dichiara che si sta allargando l’abbattimento di un enorme quantità di alberi in tutto il mondo, in quanto essi intralciano la rete 5G.

Molti blog che sono stati segnalati, si trovano articoli correlati a questa tematica perché secondo molti finti scienziati essi causerebbero un disturbo al segnale. Purtroppo si tratta unicamente dell’ultima perla di ignoranza creata appositamente per generare allarmismo.

Per questo motivo stano circolando numerosissime immagini e video di alberi tagliati malamente o totalmente abbattuti lungo stare o in alcuni casi intere città, a cui si accostano testi terrificanti per far girare più velocemente la fake news relativa all’introduzione della nuova rete 5G.

Ovviamente il povero 5G non ha alcuna colpa, in casi in cui essi vengono abbattuti è chiaramente un segno di sostituzione. Come ben sappiamo il 5G applica concretamente nel spazio lunghezza di onda molto più brevi  ma molte più antenne per permettere la sua ricezione al più possibile numero di device e utenti.

Ciò non comporta minimante l’abbattimento di alberi come dichiarato da molto giornali. Nella sua costruzione si sta invece già applicando la tecnica del beamforming, in sostanza un miglioramento dell’orientamento delle antenne.

Attenzione a quello che leggete, informatevi maggiormente sulle fonti, in modo tale da conoscere a pieno una nuova tecnologia.