Il sistema operativo della casa di Redmond sembra aver prodotto due aggiornamenti che hanno messo in difficoltà moltissimi utenti. Le segnalazioni sono piovute già a poche ore di distanza dalla release, e i programmatori hanno tentato di rassicurare i consumatori sull’arrivo di un nuovo update a risolvere questi problemi.

Il paradosso consiste, però, nel fatto che il secondo di questi due aggiornamenti fosse proprio pensato per apportare migliorie ad alcuni bug già presenti nel primo dei due.

Hanno dunque ben ragione gli utenti Windows a lamentare queste problematiche, anche perché impattano fortemente sull’esperienza di utilizzo dei computer che lo hanno installato.

Windows 10 si aggiorna, ma causa più problemi di prima

Come detto prima, ad essere finiti nel mirino sono due aggiornamenti del software.

L’update KB4512941 presenta bug alla Windows Sandbox, alla connessione Remote Desktop e a Cortana, l’assistente vocale di Microsoft. Quest’ultima infatti fa rallentare molto la capacità di elaborazione e risposta del dispositivo, la sua attivazione porta la CPU al 40% di attività.

Il secondo aggiornamento, messo in atto per sistemare i problemi causati da KB4512941, ha invece determinato un rallentamento generale del pc. L’update in questione corrisponde al KB4515384, che avrebbe dovuto conferire maggiore stabilità e risolvere le criticità riscontrate nel precedente. Invece ha determinato solo un rallentamento ulteriore nei dispositivi e un peggioramento nella sicurezza dei pc a 32 bit.

Dopo la valanga di segnalazioni inviate dagli utenti, gli sviluppatori hanno fatto sapere di essere già al lavoro per sistemare definitivamente i problemi che stanno facendo penare i Windows users.