IPTV: basta veramente poco per avere tutto, ma ci sono multe molto salate

L’IPTV nel recente passato ha rappresentato il vero nemico da abbattere tanto per Sky quanto per DAZN e Netflix. Lo scorso mese di maggio sono state effettuate le ultime indagini sulla tecnologia dello streaming illegale: i dati indicavano che oltre due milioni di italiani si erano affidate al cosiddetto pezzotto per avere i contenuti tv pay senza un regolare abbonamento. Grazie all’IPTV con soli 10 euro era possibile accedere ai titoli di Sky, DAZN e Netflix

 

IPTV destinato alla morte: arrivano le multe per tutti i clienti

Il sistema del pezzotto che aveva trovato ampi benefici dalle pubblicità ora sui gruppi privati di Telegram ora sulle chat di WhatsApp, nelle ultime settimane ha dovuto affrontare una brusca frenata.

Il business dello streaming illegale è stato colpito pesantemente dalla Guardia di Finanza. Con operazioni condotte in numerose aree italiane ed estere, le autorità nazionali sono riuscite a mettere fuorigioco la maggioranza dei pezzotti. 

Ma non è tutto. Come deterrente per possibili nuove attivazioni, sono state inasprite le multe. Ora la punizione massima per chi sfrutta tale tecnologia è una sanzione amministrativa di ben 30mila euro. Considerati quindi i rischi che si nascondono, l’IPTV si conferma non essere un buon affare. Per ricevere i contenuti di Sky o di altre pay tv è meglio affidarsi alle offerte legali.