Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix ha recentemente censurato una delle serie TV più viste all’interno del proprio catalogo. Il colosso ha successivamente spiegato anche il motivo di questa scelta.

La serie TV in questione è The Crown, che inizialmente avrebbe dovuto avere molte più scene di sesso, ma successivamente la piattaforma ha deciso di eliminare. Il motivo? Nessuno vuole vedere la Regina fare sesso, spiega la piattaforma. Ecco i dettagli.

 

Netflix ha censurato The Crown

La serie TV The Crown è ormai arrivata alla sua terza stagione e in un’intervista all’attrice che interpreta la Regina, avrebbe raccontato a Dolly Alderton che nella prima stagione ci sarebbero dovute essere molte più scene di sesso, ma che la piattaforma avrebbe tagliato perché i fan non lo vorrebbero vedere.

Ecco la dichiarazione dell’attrice: “‘era questa scena di sesso nella prima stagione, in cui Elizabeth e Philip (interpretati da Claire Foy e Matt Smith) si trovavano in Sudafrica, ma quelli della produzione erano dell’idea che “semplicemente non penso che nessuno voglia vedere la Regina fare sesso” e quindi è stata tolta“. La Kirby ha anche raccontato che è stata tagliata anche una delle scene di sesso con Anthony Armstrong-Jones, “C’era una scena di sesso sul copione dell’episodio 7 della stagione 2 e abbiamo discusso a lungo di come sarebbe dovuta essere girata. Alla fine è stato chiaro che sarebbe stato meglio evitarla“.

Come anticipato precedentemente, la serie TV è ormai arrivata alla terza stagione, che debutterà proprio questo mese, precisamente il 17 novembre 2019. Secondo le ultime indiscrezioni, tutti i personaggi sono stati cambiati, proprio per tenere conto dell’invecchiamento dei personaggi. La Regina Elisabetta è ora interpretata da Olivia Colman e non più da Claire Foy, mentre il ruolo del principe Filippo è stato assegnato a Tobias Menzies.