La casa di Redmond produce continuamente aggiornamenti di Windows per restare sempre al passo con le rinnovate esigenze degli utenti. D’altra parte, gli ultimi aggiornamenti sembrano esser stati dei buchi nell’acqua, se non addirittura dannosi.

Pensati per risolvere una serie di bug che gli utenti stavano segnalando, hanno finito per aggiungere nuove problematiche all’utilizzo di Windows 10, peggiorando la sua fruibilità e rendendo difficili per gli utenti molte operazioni di base.

Gli update incriminati risultano essere due in particolare, i più recenti, e prontamente sono stati rilevati e denunciati ai programmatori – che si sono detti già all’opera per cercare di ripararli.

Windows si aggiorna ma raddoppia le criticità: disagi per gli utenti

Come detto, le problematiche riguardano essenzialmente due aggiornamenti.

Il primo prende il nome di KB4512941, e ha determinato problemi principalmente a Windows Sandbox, connessione Remote Desktop e Cortana, il virtual assistant di Microsoft. Proprio Cortana determina un impiego esorbitante ed esagerato della CPU (fino a raggiungere il 40% di utilizzo), che causa un rallentamento generale nelle prestazioni del computer.

Il secondo update, KB4515384, ha causato un rallentamento generale delle funzionalità del sistema operativo. Quel che risulta singolare è che l’aggiornamento avrebbe dovuto invece conferire maggiore stabilità a Windows 10, andando a risolvere le problematiche riscontrate nel precedente update. A tratti, sembrerebbe addirittura compromessa – secondo alcuni utenti – la sicurezza dei pc a 32 bit.

I programmatori, dal canto loro, si sono detti pronti a risolvere le criticità evidenziate e a ridurre a zero i disagi nel minor tempo possibile. Attendiamo dunque novità in merito.