Unicredit

Gli hacker continuano ad attaccare i consumatori e questa volta nel loro mirino ci sono diversi clienti di Unicredit, Intesa San Paolo e BNL; purtroppo, le truffe online sono sempre più sviluppate e con il passare degli anni il numero delle vittime aumenta notevolmente.

La polizia postale è costantemente a lavoro per scovare questi malfattori, ma si consiglia comunque di prestare sempre attenzione ad alcuni messaggi che gli hacker inviano; difatti, il metodo più utilizzato dai cyber criminali è il phishing.

Clienti Unicredit, Intesa San Paolo e BNL colpiti dagli hacker: ecco cosa succede

I cyber criminali sono continuamente al lavoro per ideare dei nuovi e subdoli metodi per ingannare le loro vittime; nella maggior parte dei casi, gli hacker utilizzano il metodo del phishing che permette di inviare falsi messaggi falsificandone il mittente.

In questo caso, dalle segnalazioni ricevute, i cyber criminali inviano dei messaggi sotto il falso nome di famosi Istituti di Credito Bancari ai clienti di Unicredit, BNL, Intesa San Paolo e banco BPM; nella maggior parte dei casi, i clienti ricevono delle mail che li avvisano di alcuni problemi con il conto corrente online; in questo modo riescono ad attirare l’attenzione di diverse vittime preoccupate per il proprio conto.

Una volta attirato la loro attenzione, il messaggio continua informando le vittime del metodo più veloce per risolvere il problema; con una serie di consigli, le vittime sono indirizzate a quello che sembra la propria Home Banking tramite un link posto alla fine della mail.

Gli hacker riescono ad accedere al conto corrente delle vittime non appena quest’ultime inseriscono le proprie credenziali in quello che sembra la loro Home Banking; una volta effettuato l’accesso, danno il via libera agli hacker.