6G

Ormai si sa, il 5G è praticamente alle porte è già diverse antenne in tutto il mondo sono attive per permettere ai possessori di device compatibili di testare la nuova rete. Nonostante ciò, però, Huawei, pensa già al futuro considerando di fatti il nuovo standard di rete mobile ormai datato. Mentre tutto il mondo, quindi, avvia il passaggio al 5G, il colosso cinese pare essere già al lavoro sul 6G. In una recente nota, infatti, Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, che, ha comunicato che di recente l’azienda ha avviato una prima fase di ricerca relativa alle infrastrutture utili per introdurre il nuovo standard di rete mobile.

A quanto pare, quindi, nonostante il 5G sia letteralmente una rete ultra veloce, il colosso cinese ha bisogno di implementare velocità ancor più elevate per lavorare con le tecnologie del futuro come intelligenze artificiali e nuove forme di robotica.

Huawei Labs: avviata la ricerca per la nuova rete 6G

Stando alle prime indiscrezioni trapelate online, i Huawei Labs presenti in Canada hanno già toccato con mano le prime fasi di ricerca della nuova rete 6G. Attualmente, però, si tratta ancora in una fase teorica poiché non esiste nulla di concreto relativo a questo standard.

Di recente, infatti, i Huawei Labs hanno ricevuto un investimento di oltre 2 miliardi di dollari. Ciò, quindi, gli permetterà di studiare a fondo il 6G prima di rendere pubblica qualsiasi informazione. Ad oggi, infatti, Huawei è il colosso indiscusso all’interno del mondo delle infrastrutture 5G ma, questo successo, è dovuto ad oltre 10 anni di ricerca.

Nonostante Huawei sia già al lavoro sul 6G, quindi, molto probabilmente non vedremo questa tecnologia sui nostri smartphone prima del 2030.