A che punto siamo, in Italia, con lo sviluppo delle Reti di nuova generazione? Il 5G fa male alla salute? Quali sono i vantaggi del nuovo standard di connessione mobile e come può, questo potenziale, essere sfruttato dalla Società?

Di questo e di molto altro si parlerà nel corso delle tre giornate del 5G Italy, l’appuntamento annuale dedicato alle sfide tecnologiche e alle esperienze più significative delle nuove Reti, che si terrà il prossimo 3, 4 e 5 Dicembre a Roma, presso l’auditorium del CNR. L’evento, organizzato dalla SuperCom Business Relation, è stato promosso dal CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni) e vedrà la partecipazione della International PhD School, scuola internazionale di dottorato che si svolgerà con sessioni parallele alla conferenza.

5G Italy, torna a Roma la più grande Conferenza dedicata alle Reti di quinta generazione

L’edizione del 5G Italy di quest’anno potrà contare sulla partecipazione di numerosi ospiti in rappresentanza di istituzioni, autorità regolatorie, università e centri di ricerca, imprese, provenienti da molti Paesi, che terranno uno speech sul presente e sul futuro delle Reti 5G in Europa, USA, Cina, Asia ed Africa.

In particolare, ci si concentrerà sui temi della Smart City, della sicurezza, dell’Internet of Things, dell’Intelligenza Artificiale, dell’Industria 4.0, dell’elettromagnetismo e persino del 6G. Come già anticipato, parteciperà all’evento anche la PhD School, che offrirà ai ricercatori interessati la possibilità di confrontarsi e sperimentare le nuove Reti di quinta generazione grazie a tre giorni di lezioni offerte da docenti internazionali. La partecipazione alla Scuola di Dottorato sarà poi certificata con il rilascio dei crediti ECTS.