sim-clonateNel web si parla della nuova truffa che investe i clienti con SIM degli operatori TIM, Wind, 3 Italia e Vodafone. Si parla di un processo di clonazione che si diffonde a macchia d’olio per tutti i consumatori italiani e stranieri. Giusto in queste ore, una signora di 67 anni ha visto sparire oltre 10.000 euro dal proprio conto in banca. La situazione è critica e necessita di ulteriori analisi che verranno fornite più avanti nel post.

 

SIM copiate allo scopo di prelevare fondi dai conti correnti: metodo d’azione e contromisure alla truffa

Non è semplice prendere possesso dei conti altrui. Ma con le informazioni giuste tutto diventa più semplice per gli hacker di turno. I dettagli sul nostro conto arrivano incrociando i dati dei social network e di altre piattaforme. Ottenendo info personali e facendo portabilità del numero è possibile svuotare il conto in tempi brevi. Questo è quanto accaduto alla malcapitata signora che si è vista recapitare uno strano SMS dalla sua banca. La informava del prelievo per la cifra sopra citata. Tutto possibile grazie alla realizzazione di un documento di identità falso.

Leggi anche:  SIM clonate: le novità sulla truffa TIM, Wind, Tre, Vodafone ed Iliad

In questo caso si parla di una pratica diffusa, conosciuta anche con il nome di Sim Swap Scam. Permette di accedere a conti correnti e carte di credito/debito e prepagate tramite credenziali bancarie rubate. Il procedimento consiste nel cercare i dati dai social media con tecniche di social engineering fino ad intercettare il numero della vittima. A questo punto si falsifica non solo il documento ma anche la SIM. Ne viene richiesta una nuova all’operatore che, al momento dell’attivazione, contatterà la banca per richiedere le nuove credenziali di accesso all’area personale. Queste vengono comunicate al nuovo proprietario illegittimo che le usa per dirottare i fondi a proprio piacimento.

Il nostro consiglio è quello di condividere il meno possibile sui social e di non attivare l’accesso semplificato tramite numero di telefono. Meno informazioni si condividono, meglio è, Altrimenti si rischia di fare parecchi danni. Fate attenzione!