Da quello che sta emergendo in queste ultime settimane, il lancio ufficiale in Italia del 5G dovrebbe essere a Gennaio 2020. A tale proposito, già gli operatori telefonici come Tim e Vodafone stanno testando in varie città italiane la nuova connessione definita con il nome di ‘quinta rete di generazione’. Anche la joint venture Wind Tre con l’appoggio di Fastweb ha deciso di creare una rete unica 5G che possa competitiva con gli altri operatori telefonici.

Mentre gli operatori telefonici si stanno incimentando in questa nuova tecnologia, molti utenti si stanno chiedendo se la nuova rete può causare dei danni sul corpo umano.

 

5G: rete meno dannosa rispetto al 4G

Nel web in questo periodo stanno circolando notizie di qualsiasi tipo riguardante la nuova rete 5G, ed è per questo che a diverse persone sta sorgendo questo dubbio riguardante la salute.

Leggi anche:  Wind Tre e Fastweb uniti per il 5G: ecco cosa cambierà

Bisogna tornare indietro nel lontano 2011, quando la Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro aveva identificato un probabile rischio cancerogeno l’esposizione dell’uomo ai campi elettromagnetici.

Quello che possiamo dire che si era riscontrato una piccolissimo legame fra le onde elettromagnetica e l’eventualità dei tumori. A riguardo non c’è una certificazione dove afferma il forte rischio che alcune persone ipotizzano. Quindi, non avendo ulteriori informazioni dobbiamo attenerci all’immaginazione.

Ciò che invece possiamo dire con grande certezza è che le onde della nuova rete 5G saranno a tutti gli effetti meno dannose rispetto all’attuale rete 4G. Tutto ciò è dovuto da una maggiore conformità delle celle sul territorio. Naturalmente con il passare del tempo ci saranno degli studi più approfonditi che analizzeranno tale fenomeno.