nuovi controlli su unicredit intesa e bnl per l'evasione fiscale

Una nuova operazione portata avanti dal Fisco ha in progetto di esaminare tutti i conti correnti in Italia. Con lo scopo di combattere una volta per tutte l’evasione fiscale, questa nuova ondata di controlli prenderà in esame diversi istituti bancari. E’ stato confermato che la prima frase prevederà l’esame dei conti appartenenti ai clienti di Intesa SanPaolo e BNL, la seconda, invece, si occuperà di esaminare quelli sotto Unicredit. In che modo? L’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza si sono appropriate di un nuovo strumento in grado di analizzare le movimentazioni dei conti.

Il risparmiometro attacca i clienti di Intesa, Unicredit e BNL in cerca dell’evasione fiscale

Secondo quanto dichiarato, per effettuare tale operazione l’Amministrazione Finanziaria italiana ha ideato un nuovo strumento denominato “risparmiometro“. Per mezzo di questo algoritmo, in poche parole, ogni conto corrente verrà analizzato individuando in esso tutte le entrate e le uscite per poi metterle in relazione.

Leggi anche:  Unicredit, Sanpaolo, BPM e MPS: novità dalle truffe ai clienti

Grazie a questa operazione, il risparmiometro sarà in grado di identificare tutte quelle forme di evasione fiscale, come ad esempio anche il lavoro sommerso.
Ovviamente tale tecnologia è ancora ad uno stato primordiale e quindi, per evitare che si vengano a creare eventuali risultati falsi, è stato definito un piano di accertamento.

Al fine di tutelare i clienti BNL, Unicredit, Intesa SanPaolo e BPM che non hanno commesso alcun reato, oltre al risparmiometro vi sarà anche un controllo incrociato. Quest’ultimo, svolto da personale umano, sarà in grado di accertare l’eventuale risultato dettato dall’algoritmo e, in tal caso, confermarlo o segnalarlo come non giusto.