pericolo 5G è una bufalaNel momento in cui nasce un nuovo standard mobile si sollevano dubbi e preoccupazioni per le radiazioni pericolose. Al centro del dibattito c’è il 5G che continua a fare discutere. Molti stanno pensando di sfruttare le potenzialità delle offerte TIM e Vodafone. Dall’altra parte si lascia spazio a parecchie domande sui rischi legati alla sicurezza ed ai disagi.

 

5G: un pericolo innovativo

Siamo in presenza della rete di quinta generazione che vede in prima linea gli storici gestori TIM e Vodafone. Cresce il numero di dispositivi connessi ad alta velocità grazie ad infrastrutture più moderne. Alcune ricerche scientifiche avrebbero evidenziato la presenza di un sistema dannoso per la salute.

L’Associazione Italiana per la Ricerca del Cancro ha già escluso la correlazione 5G – tumore. Non ci sarebbe pericolo si malattie e degenerazioni. A conferma di questo scampato allarme si sono posti anche ulteriori studi scientifici che hanno dato come esito lo stesso risultato. La rete potrebbe non costituire un problema.

Leggi anche:  5G: la rete veloce di Tim e Vodafone potrebbe sostituire il WiFi

Tutti gli studi, i dati ed i report sono da prendersi con le pinze. Il crescente numero di antenne e la potenza radiante destano ancora sospetto. Siamo nel campo delle mmWave e delle alte frequenze prese in prestito dal DVB si 700 Mhz e per i 3.500 Mhz.

Addirittura sembra che il numero di onde elettromagnetiche assorbite dal corpo sia diminuito rispetto agli standard più vecchi con riferimento al 3G ed al 4G. Per ulteriori approfondimenti consgliamo di leggere il post alla fonte. Gli studiosi avranno ragione? Abbiamo scampato un pericolo? Solo il tempo lo dirà. Intanto lasciaci pure un tuo commento.