commodore 64

Commodore Business Machines, l’azienda italiana che controlla lo storico brand fondato dal vulcanico Jack Tramiel, ha avuto un discreto successo nel 2018 con il lancio del C64 Mini. Ma ora, sappiamo che la versione originale dello storico Commodore 64, l’erede del VIC20, sia pronta a tornare sul mercato.

Per gli appassionati con qualche capello bianco come me, questa riedizione dell’home computer più venduto degli anni ’80 sarà un vero tuffo al cuore.

 

Commodore 64: prepariamoci al ritorno del mito nei negozi

Ad annunciarlo è un comunicato stampa dell’azienda che recita:la versione a grandezza naturale del Commodore 64 ha una tastiera completamente funzionante, è dotato di un joystick classico micro-switch aggiornato che si collega a una delle quattro porte USB e si collega a qualsiasi TV moderna tramite HDMI. È inoltre dotato di tre modalità commutabili – il BASIC del C64 originale, il VIC20 BASIC o passa al Games Carousel e gioca a uno dei 64 giochi integrati in 50Hz o 60Hz, con filtri CRT/Screen mode”.

E ancora:così come il classico C64 e alla modalità VIC20 BASIC, i giochi preinstallati includono classici come California Games, Paradroid, Boulder Dash e nuovi titoli come Attack of the Mutant Camels, Hover Bovver, Iridis Alpha e Gridrunner, oltre allo sparatutto pubblicato recentemente, Galencia, e all’avventura testuale Planet of Death! È anche possibile caricare e salvare i propri giochi C64 e VIC20 tramite chiavetta USB e accedere ai titoli multi disco”, si legge nel comunicato stampa che ne ha annunciato l’esistenza.

Come recita la coda del comunicato, il nuovo “vecchio” Commodore 64 sarà disponibile nei negozi dal 5 dicembre, una mossa strategica per sfruttare l’onda lunga del Natale.