La nota azienda di Elon Musk che produce auto elettriche di lusso è di nuovo in grossi guai finanziari. Sappiamo che Tesla ha perso il 7% durante la settimana precedente, in un anno che non sta avendo un andamento positivo.

Sebbene il 2018 l’azienda americana abbia chiuso con un’utile di ben 138,5 milioni nell’ultimo trimestre dell’anno, il 2019 inizia è iniziato invece all’insegna della “perdita”. Oltre a ciò, Tesla ha dovuto licenziare gran parte del suo personale per aumentare il margine di guadagno su ogni Model 3 venduta. Ma cosa vuoi dire tutto ciò?

Vi è un significativo crollo di capitalizzazione di mercato per Tesla. L’azienda di Musk, scende infatti nella classifica delle società sotto General Motors e Ford. Gli azionisti hanno perso circa 22 miliardi di dollari.

Wall Street si dichiara scettico a riguardo. Tra i protagonisti della finanza mondiale, spicca il nome di Morgan Stanley, il quale ha previsto uno scenario apocalittico per la casa automobilistica di auto elettriche più famose al mondo. Se le azioni toccheranno i 10 dollari cadauna rispetto agli attuali 192, le quotazioni dell’azienda saranno ai minimi storici con il rischio di fallimento dietro l’angolo.

Leggi anche:  SpaceX: al via la missione Starlink, 60 satelliti lanciati nello spazio

Le cause del crollo in borsa di Tesla

Si ipotizza che la causa del crollo di Tesla in borsa sia legata alla decisione dell’azienda di diminuire il costo delle automobili, per combattere il taglio degli incentivi statali. Al di là degli aspetti finanziari ed economici, gli esperti si domandano sull’effettiva domanda di auto elettriche da parte dell’utenza. Non vi sono risultati positivi per il momento, dopo il primi tre mesi del 2019 in rosso.

Il Brand di Elon Musk si trova ad affrontare la peggiore delle sfide mai affrontate dall’azienda. Intanto per via della guerra fredda fa USA e Cina, le vendite sono calate drasticamente. Tesla prevede possibili le 400.000 unità vendute per il futuro. Gli analisti credono invece soltanto 343.000. 
Vedremo se il visionario Musk riuscirà – tramite una delle sue idee geniali – a risolvere il problema, rendendo la casa di produzione delle auto elettriche più famose al mondo, nuovamente al top nel panorama del mercato mondiale.