Tim

Sono diventate ufficiali le nuove norme contrattuali di TIM, norme che seguono la scia dei cambiamenti proposti anche da Vodafone. Il gestore britannico, come vi abbiamo mostrato, ha deciso di proporre un piccolo extra a quei clienti che ricaricano con un po’ di ritardo il loro credito residuo. Vodafone propone due giorni di traffico illimitato a 0,99 centesimi, saldo che poi sarà detratto dalla successiva ricarica.

 

TIM segue la strada di Vodafone: nuove regole per chi ricarica in ritardo

Il gestore italiano sceglie di seguire una strada analoga rispetto a quella della compagnia inglese. Dallo scorso 28 Aprile è possibile continuare ad effettuare trafffico in uscita per telefonate e internet anche con credito zero.

Leggi anche:  SIM clonate: gli hacker colpiscono i clienti di Tim, Wind Tre e Vodafone

TIM in maniera speculare rispetto a Vodafone propone soglie no limits per telefonate, messaggi ed internet per un totale di due giorni. Il traffico avrà un valore di 0,90 centesimi al giorno: anche in questo caso il credito sarà detratto alla successiva ricarica. Ovviamente TIM opzionerá l’addebito solo in caso di consumi. Quando non vengono effettuate operazioni, il gestore non blocca alcun credito. Alla fine dei due giorni aggiuntivi, il bonus non sarà più valido, ed il traffico per movimenti in uscita si blocca di default.

La modifica di TIM sarà valida per tutti i clienti del gestore. Per motivi logici sono esclusi dal provvedimento tutti quelli che hanno attivo il servizio di Ricarica Automatica.