tempistiche-5g

Con il passare degli anni la tecnologia ha avuto una notevole evoluzione e ancora oggi, non si ferma e continua ad evolversi; come possiamo notare, qualche anno fa non avevamo la possibilità di effettuare alcune operazioni che oggi effettuiamo facilmente. Basti pensare ad Internet: oggi navighiamo in Internet in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo con estrema facilità mentre, fino a qualche anno fa non avevamo la possibilità di navigare in Internet con il nostro smartphone.

Internet è diventato fondamentale per gran parte dei consumatori e oggi, possiamo navigare in Internet con il nostro smartphone grazie alla rete mobile; la maggior parte di noi, utilizza il 4G per navigare in Internet ad una velocità abbasta potente ma c’è invece, chi aspetta con ansia il 5G.

Rete 5G: finalmente arriva anche in Italia

Siamo in molti che aspettiamo la rete 5G in Italia e tutte le sue potenzialità, anche se per motivi diversi; finalmente, potranno essere portati a termine numerosi progetti grazie alla sua potenza e si potrà navigare ad una velocità mai vista prima. I consumatori fremono ma c’è chi invece, è terrorizzato per un aspetto importante: il consumo energetico.

Leggi anche:  Vodafone anticipa il 5G: arrivano le prime offerte contro Tim, Wind e Tre

Gli studi effettuati sulla rete 5G sono innumerevoli ma uno in particolare, ha catturato la nostra attenzione; Vertiv è un’azienda americana che si qualifica per la sua produzione di infrastrutture di rete e recentemente, ha analizzato la rete 5G e il consumo energetico.

Secondo quanto dice il suo studio, il consumo energetico avrà un aumento notevole con l’entrata del 5G: parliamo infatti, del 160/170% in più entro l’anno del 2026; l’analisi che ha preso in considerazione 100 operatori telefonici ha mostrato come gran parte di loro sono entusiasti dell’arrivo della rete ma un’altra buona parte, è fortemente preoccupata per il consumo energetico che andrà ad aumentare, forse troppo.