Google Assistant

Ok Google, raccontami una storia“. È questo il nuovo comando che i possessori di smartphone con Google Assistant potranno chiedere all’assistente virtuale e intelligente di Google. Lo ha annunciato la stessa Big G, spiegando che si tratta di una feature resa disponibile sugli smartphone Android e iOS in occasione del Tell Me a Story statunitense.

Il “raccontami una storia” da pronunciare dopo il consueto Ok Google è una funzionalità che i dispositivi intelligenti della serie Home sopportavano già. Tuttavia, il comando è stato esteso adesso anche ai dispositivi mobili ma aspettate a gioire. Gli utenti che potranno apprezzare a pieno la funzionalità sono quelli australiani, canadesi, indiani e inglesi.

L’Italia non è ancora supportata a pieno, con risposte brevi e meno coinvolgenti a differenza degli Stati Uniti, l’unico Paese dove gli utenti potranno utilizzare perfino la modalità di lettura avanzata disponibile in combinazione con gli smart speaker Google Home. Allo stesso modo, non aspettatevi chissà quali storie con retroscena.

Leggi anche:  Google I/O 2019: Android 10 Q ufficiale, ricerca con AR e le altre novità

Niente azione o momenti paurosi perché le storie sono dedicate ai più piccoli della famiglia e vengono pescate da Google Assistant attraverso degli algoritmi che, in modo del tutto casuale, scelgono le storie e/o le filastrocche da una vera e propria biblioteca digitale per bambini targata Big G.

 

Google Assistant, attivo su scala mondiale

Google Assistant è sempre più presente e disponibile sui device Android e non solo. Il roll-out iniziale prevedeva la compatibilità solo con pochi device selezionati, mentre adesso è disponibile già dalla prima attivazione di ogni device. Gli esperti stiamo che sia attivo su oltre un miliardo di device.